Biciclette pieghevoli: l’amica delle vacanze!

Da alcuni anni ormai, gli appassionati di bicicletta possono trasportare più agevolmente il proprio mezzo su treni, aerei o in auto.

Come?

Acquistando una delle tante bici pieghevole leggera disponibili sul mercato!

I vantaggi

Anzitutto, il principale vantaggio delle biciclette pieghevoli è la loro compattezza, ideale per il trasporto. 

Seguendo le linee guida delle compagnie aeree o ferroviarie si possono portare come comodi bagagli; con il loro peso (mediamente tra i 10 e i 15 chili) e dimensione contenuti sono perfette per chi usa l’auto per spostarsi e vuole andare in bici una volta arrivato a destinazione.

Considerata la facilità di trasporto e di collocazione potete anche portarla in casa, per evitare furti e danneggiamenti, all’interno di un ristorante facendo attenzione che non intralci il passaggio o in ufficio, sistemandola dietro la scrivania.

Fate attenzione agli orari di punta: in alcune città, portare le biciclette pieghevoli sui mezzi pubblici non è possibile per evitare di intralciare gli utenti di metropolitane, tram e autobus.

Prima dell’acquisto 

Provatela e riprovatela, in negozio e fuori.

Valutate la dimensione delle ruote. Le più grandi, generalmente da 20’’, sono più stabili, ma anche quelle da 16’’ hanno ottime caratteristiche per comfort e sicurezza.

Imparate a piegare e riaprire le biciclette pieghevoli. Ogni bicicletta ha meccanismi di chiusura differenti. All’inizio sarete un po’ impacciati, ma ci farete presto l’abitudine.

Perché preferire le biciclette pieghevoli a quelle tradizionali?

Se già utilizzare abitualmente la bicicletta, sapete quanta soddisfazione dà. In termini economici è il mezzo di trasporto più economico, ideale per chi è attento all’ambiente e per chi deve fare un po’ di sport ogni giorno ma non ha tempo di andare in palestra.

Incrementare queste ottime caratteristiche, proprie di tutte le biciclette, pensando di acquistare un modello pieghevole è un ottimo modo per invogliarvi ad uscire e pedalare più spesso di quanto già non state facendo!

Ancora dubbiosi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *